Seguimi su Libero Mobile

rss Inserisci il tuo indirizzo email:

Articolo Taggato "sagra"

Brochure Capo di Leuca

selection - Copia-page-001 selection - Copia-page-005 selection - Copia-page-006

Sagra della Terracotta

Brochure Sagre Capo di Leuca

Leggi tutto

Diffidate dalle imitazioni!

Leggi tutto

Diffidate dalle Imitazioni… Sagra della Terracotta

Diffidate dalle imitazioni – Sagra della Terracotta 2015

Leggi tutto

Sagra della Terracotta: un viaggio fra bellezza, cultura e tradizione

 

Lucugnano e l’arte figulasagra-della-terracotta-011 sono un binomio inscindibile, che risale alle origini del piccolo borgo salentino. L’affermazione di questa forma di artigianato è stata favorita dall’abbondanza di banchi di argilla affioranti nella zona. Ed è da quest’arte magica che, ancora oggi, continuano a nascere opere meravigliose dalle instancabili mani dei nostri artigiani.

L’Associazione culturale e di volontariato “Porta d’Oriente Onlus” coglie quindi  l’occasione per diffondere e promuovere questa antichissima attività, radicata nel cuore e nell’anima della popolazione salentina, attraverso la settima edizione della “Sagra della Terracotta e… delle Ricette di PAPA GALEAZZO”, che avrà luogo a Lucugnano il 2 Agosto. Si intende, pertanto, dar seguito al successo ottenuto nelle precedenti edizioni, durante le quali migliaia di persone sono accorse per degustare le specialità culinarie tipiche della cittadina, per ascoltare e ballare la pizzica e, soprattutto, per ammirare la lavorazione e la decorazione sul posto dei manufatti degli artigiani lucugnanesi, espositori nella medesima sagra,sempre impegnati nella continua evoluzione delle tecniche di lavorazione della creta, la quale continua ad offrirci numerosi oggetti di una straordinaria bellezza artistica.  Numerosi stand arricchiranno l’evento, offrendo davvero di tutto a residenti e turisti: antipasti caserecci, pasta “fatta a casa”, carne arrosto e alSagra della Terracotta 192la griglia, rosticceria, “pittule”, angurie paesane, dolci, bibite e vino. Ad allietare ed a rendere più invitante il tutto ci penserà, immancabilmente, la musica. Sul palco, in Piazza Comi, si terrà l’attesissima esibizione degli “Ionica Aranea”, gruppo che dopo il lancio del loro disco “Anima e Cuscenzia” nell’estate 2014 ha portato nelle piazze italiane (e non solo) le sonorità della musica tradizionale salentina insieme a una loro personale rielaborazione.

Con i proventi della Sagra della Terracotta si procederà alla bonifica di uno spazio, destinato a verde pubblico, nel centro di Lucugnano di oltre 3000mt, adottato dalla stessa associazione al fine di realizzare un parco didattico e un orto sociale.

Per informazioni: 335 5809569 (Ardito Antonio)

Leggi tutto

SAGRA DEI GIALLO BLU A GAGLIANO, 24 AGOSTO

CENNI STORICI

Le origini del paese risalgono all’età preistorica e nel corso dei secoli qui si sono insediati vari popoli come i messapi, i romani, gli angioini e gli aragonesi. Lo sviluppo dell’antico borgo è avvenuto dall’età medievale, con l’edificazione delle mura tra 1413 e il 1421 e con l’arrivo dei baroni Castrista Scanderbegh nel 1498.Patria di illustri personaggi come Giustiniano Lotto, Ferdinando Coppola e Vincenzo Ciardo, Gagliano ha ottenuto il titolo di Città nel gennaio 2006.

DA VEDERE

Gagliano dispone di 9 chilometri di costa ricca di grotte e spettacolari insenature a strapiombo nel mare Adriatico. Molto bello il Canale del Ciolo con il caratteristico ponte.

La manifestazione prevede un ricco programma con allestimento di Stand gastronomici nel centro del paese. Il luogo, proposto ai visitatori e ai buongustai si snoderà attraverso vicoli suggestivi e piazzette caratteristiche, con sottofondo di musica popolare e folk, unito a tanto divertimento.

LE SPECIALITÀTra le 40 specialità del Capo di Leuca che verranno proposte non mancheranno le ”pittule”,  una pastella preparata con cura e fritta nell’olio di oliva extravergine.Le verdure di stagione, preparate con antiche ricette che ne esaltano il gusto e il sapore. E per concludere l’ottimo menu di dolci fatti in casa.

Leggi tutto

SAGRA DELL’ARTE CULINARIA – ANDRANO, 19 – 20 AGOSTO

CENNI STORICI
Come per molte località del Salento, le sue origini si perdono nella notte dei tempi. Tra le ipotesi èche il paese sia sorto nel V secolo sulle rovine del Casale Cellino, come emerge da alcuni documenti. Ha avuto numerosi feudatari, i primi furono i de Hugot.
DA VEDERE
“La Chiesa di San Domenico’j iniziata nel 1561, nel caratteristico stile ricco di elementi rinascimentali. Nell’interno vi sono pregevoli altari e la tomba quattrocentesca di Giovanni Antonio Saraceno. “Il castello Spinola—Caracciolo” conserva la struttura originaria del secolo XIII, si presenta in forme non omogenee peri larghi rifacimenti del secolo XVII e per quelli più recenti.”La Cappella della Madonna dell’Attarico” ricostruita di recente, vicino all’antico convento Basiliano di Santa Maria D’Amito. Presso la cappella vi è una laura Bizantina con magnifici affreschi. Luogo di maggioreattrazione turistica e la Marina di Andrano che si estende per circa 2 km di costa,costruita da una scogliera varia e frastagliata con piccole grotte. La più conosciuta di queste è la “Grotta Verde”
CENNI STORICI
Come per molte località del Salento, le sue origini si perdono nella notte dei tempi. Tra le ipotesi èche il paese sia sorto nel V secolo sulle rovine del Casale Cellino, come emerge da alcuni documenti. Ha avuto numerosi feudatari, i primi furono i de Hugot.
DA VEDERE
“La Chiesa di San Domenico’j iniziata nel 1561, nel caratteristico stile ricco di elementi rinascimentali. Nell’interno vi sono pregevoli altari e la tomba quattrocentesca di Giovanni Antonio Saraceno. “Il castello Spinola—Caracciolo” conserva la struttura originaria del secolo XIII, si presenta in forme non omogenee peri larghi rifacimenti del secolo XVII e per quelli più recenti.”La Cappella della Madonna dell’Attarico” ricostruita di recente, vicino all’antico convento Basiliano di Santa Maria D’Amito. Presso la cappella vi è una laura Bizantina con magnifici affreschi. Luogo di maggioreattrazione turistica e la Marina di Andrano che si estende per circa 2 km di costa,costruita da una scogliera varia e frastagliata con piccole grotte. La più conosciuta di queste è la “Grotta Verde”

CENNI STORICICome per molte località del Salento, le sue origini si perdono nella notte dei tempi. Tra le ipotesi èche il paese sia sorto nel V secolo sulle rovine del Casale Cellino, come emerge da alcuni documenti. Ha avuto numerosi feudatari, i primi furono i de Hugot.DA VEDERE“La Chiesa di San Domenico’j iniziata nel 1561, nel caratteristico stile ricco di elementi rinascimentali. Nell’interno vi sono pregevoli altari e la tomba quattrocentesca di Giovanni Antonio Saraceno. “Il castello Spinola—Caracciolo” conserva la struttura originaria del secolo XIII, si presenta in forme non omogenee peri larghi rifacimenti del secolo XVII e per quelli più recenti.”La Cappella della Madonna dell’Attarico” ricostruita di recente, vicino all’antico convento Basiliano di Santa Maria D’Amito. Presso la cappella vi è una laura Bizantina con magnifici affreschi. Luogo di maggioreattrazione turistica e la Marina di Andrano che si estende per circa 2 km di costa,costruita da una scogliera varia e frastagliata con piccole grotte. La più conosciuta di queste è la “Grotta Verde”

Leggi tutto