Seguimi su Libero Mobile

rss Inserisci il tuo indirizzo email:

Articolo Taggato "ambiente"

Extravergine@ugento.it

Il 25, 26 e 27 Marzo 2011, nel Centro Storico di Ugento, avrà luogo la manifestazione “extravergine@ugento.it”.

L’evento, organizzato e realizzato dal Centro di Educazione Ambientale “Posidonia” di Ugento, col supporto tecnico di Coldiretti e O.L.E.A., si pone come obiettivo la promozione del territorio attraverso l’olio extravergine d’oliva, uno dei prodotti agricoli più importanti della realtà socio-economica salentina.

Patrocinano e collaborano alla manifestazione: Regione Puglia – Ass.to all’Agricoltura, Provincia di Lecce – Ass.toall’Agricoltura, Comune di Ugento, Camera di Commercio di Lecce,O.L.E.A. di Pesaro, Coldiretti Lecce, GAL Capo di Leuca, Azienda di Promozione Turistica di Lecce.

Le tre giornate si articoleranno in due momenti principali: L’oro d’Italia 2011,Concorso degli Oli extravergini di oliva italiani di eccellenza e la Fiera Expo Oil relativa alla filiera olivicola-olearia; a cui si intervalleranno una serie di attività a carattere culturale e d’intrattenimento.

Il concorso L’oro d’Italia è uno dei più prestigiosi premi a livello nazionale a cui vi partecipano le aziende che producono e imbottigliano l’olio extravergine d’oliva. Il Panel del concorso è affidato agli assaggiatori esperti O.L.E.A. di Pesaro, i quali provvederanno, attraverso un’analisi sensoriale, a valutare le caratteristiche organolettiche degli oli partecipanti. In occasione della manifestazione infatti, Sabato 26 Marzo, saranno presentate le rispettive graduatorie.

Leggi tutto

“AMBIENTE & FUTURO”: Salute, Tasse e Lavoro nella gestione dei rifiuti in Puglia

L’Associazione di Volontariato GAIA organizza un Convegno sul tema:

“AMBIENTE & FUTURO”

Salute, Tasse e Lavoro nella gestione dei rifiuti in Puglia

6 Febbraio 2011

ore 19.00

Auditorium Comunale di Corsano (LE)

Interverranno:

  • Dott. Alessio Ciacci, Assessore all’Ambiente, Comune di Capannori (Lucca)
  • Dott. Oreste Caroppo, Coordinamento Civico per la Tutela del Territorio della Salute e dei diritti del Cittadino
  • Dott.ssa Roberta Forte, Comitato Cambiamo Aria
  • Dott. Paolo Toma, Comitato Intercomunale contro la Centrale a Biomasse di Cavallino
  • Dott. Corrado Russo, Presidente dell’Associazione GAIA
Leggi tutto

Il cataclisma eolico si abbatte sui poveri cittadini di Vernole e Castrì!

COMUNICATO STAMPA URGENTE 9 dicembre 2010

Save Salento – Salviamo il Salento

Forum Ambiente e Salute – Salento

La Regione Puglia autorizza un mega impianto eolico a Vernole e a Castrì,

in provincia di Lecce,

e a Vernole, questo sabato, l’assessore regionale Barbanente inaugura, pensate, “il Museo del Paesaggio”: VERGOGNA!

Ma si è smarrito il lume della regione o cosa?!

VERNOLE – CASTRì

Mentre in tutt’Italia cresce incontenibilmente e dilaga il moto popolare di liberazione, contro la speculazione devastante delle opprimenti mega torri eoliche, parallelamente alle inchieste giornalistiche e giudiziarie, che ne stanno smascherando sempre più tutta l’intrinseca impalcatura menzognera, antiecologica e malavitosa, che sta contribuendo pesantemente alla stessa grave crisi economica dello Stato Italiano, il cataclisma del mega eolico si abbatte su un’area del Salento, che sin ora si era creduta vergine e salva, quella dei Comuni delle Terre d’Acaja e Roca.

Il 2 dicembre scorso, sul bollettino ufficiale della Regione Puglia, n. 180, ormai vero e proprio bollettino di guerra delle zone da devastare distruggere ed uccidere sul patibolo della speculazione legata all’eolico ed al fotovoltaico industriale nei campi, il Dirigente Servizio Energia, Reti ed Infrastrutture per lo Sviluppo, (“sviluppo” termine in questo caso più che improprio!), ha pubblicato l’ Autorizzazione Unica concessa, ad una società, di nome Tarifa Energia S.r.l., per la costruzione ed esercizio di un maxi impianto di produzione di energia elettrica da fonte eolica della potenza di 22 MW, per ben 11 mega torri d’acciaio e pale rotanti, ben più alte di 100m, e per la realizzazione di tutte le opere connesse e delle infrastrutture indispensabili alla costruzione dell’impianto stesso, cavidotti, elettrodotti, cabine di trasformazione, strade, sbancamenti impressionati, sradicamenti di alberi, spiegamenti, cementificazioni, trincee di scavo di chilometri e chilometri, ecc. ecc., da realizzarsi nei territori di ben due comuni limitrofi, tanta è la sua estensione, Castrì di Lecce e Vernole, nelle località Campana e Filandra. All’impianto è associato un collegamento in antenna a 150 KV alla cabina primaria denominata “Martignano” di proprietà della Società Enel Distribuzione.

Leggi tutto

UNA MONTAGNA DI BALLE – VIDEOFORUM

Video proiezione del film documentario mercoledì 24 novembre alle 21 a Galatina

<CON LA PARTECIPAZIONE ECCEZIONALE DELL’EPIDEMIOLOGO CAMPANO DR. PRISCO PISCITELLI>

Quarto appuntamento dell’evento “L’Arte dei Veleni” promossa e organizzata dal Comitato civico “Cambiamo Aria” di Galatina e dall’Arci “KM Zero”.

In appuntamento la proiezione del video-documentario “Una Montagna di Balle” sulla drammatica emergenza riifuti in Campania.

Ma dove finiscono i rifiuti campani? Quali sono le ferite di una terra bruciata e i danni alla salute di milioni di persone? Il più grande disastro ecologico dell’Europa occidentale raccontato dalle voci delle comunità in lotta. L’assalto ai fondi pubblici, le zone d’ombra della democrazia, il boicottaggio della “differenziata”, le collusioni con le ecomafie e le proposte di chi si interroga seriamente sulle alternative. E se “vivere in emergenza”,fosse solo una strategia per accumulare profitti!?

Dal 2003 al 2009, un gruppo di videomakers, ha documentato la cosidetta emergenza rifiuti Campana per svelarne gli ingranaggi, individuare responsabilità e attori di quindici anni di gestione straordinaria. Uno spettacolo costato miliardi di euro e decine di processi in corso. Ma dove finiscono i rifiuti campani? Quali sono le ferite di una terra bruciata e i danni alla salute di milioni di persone? Il più grande disastro ecologico dellEuropa occidentale raccontato dalle voci delle comunità in lotta per difendere il proprio futuro: l’assalto ai fondi pubblici, le zone d’ombra della democrazia, il boicottaggio della differenziata, le collusioni con le ecomafie e le proposte di chi si interroga seriamente sulle alternative.

E se vivere in emergenza fosse solo una strategia per accumulare profitti!?

—-

Da un’idea di Sabina Laddaga, Maurizio Braucci e Nicola Angrisano con la voce narrante di Ascanio Celestini con le musiche di Marco Messina Regia di Nicola Angrisano

—-

Leggi tutto

Ambiente e Futuro: dall’Associazione GAIA una proposta per gestire virtuosamente i rifiuti e creare nuovi posti di lavoro

Sabato 6 Novembre a Corsano si è tenuto il Convegno “Ambiente e Futuro” che l’Associazione di Volontariato GAIA ha organizzato nell’ambito del proprio progetto di perequazione sociale. L’evento ha visto una partecipazione molto attiva di pubblico proveniente da diverse località del Sud Italia. I relatori sono stati la Dott.ssa Carla Poli fondatrice e direttrice del Centro Riciclo Vedelago, l’Ingegnere Alessandro Marseglia del CETMA di Brindisi, il Presidente ATO Puglia e ATO2 nonché Assessore alla Programmazione Economica della Provincia di Lecce Dott. Silvano Macculi, il Capogruppo di maggioranza della Provincia di Lecce Rag. Biagio Ciardo, il Presidente del CSVS Dott. Luigi Russo, il Sindaco di Corsano Dott. Biagio Cazzato e il Presidente dell’Associazione di Volontariato GAIA Dott. Corrado Russo.

Dopo l’introduzione da parte di Luigi Russo sul ruolo del Volontariato in Provincia di Lecce e sul progetto “Le Vie del Sale” finanziato a GAIA dal bando di Perequazione Sociale, Silvano Macculi ha fotografato l’attuale situazione della gestione rifiuti in Puglia, sottolineando: <<Non è possibile avviare una politica di differenziazione senza prima prevedere un’impiantistica adeguata>>.

Leggi tutto

Il Salento aderisce alla Grande Manifestazione di Bari contro le Lobbies della “Green Economy” industriale che si sono impossessate del Palazzo della Regione!

Forum Ambiente Salute

___________________

Si è respirata un’aria di grande speranza nella partecipatissima riunione plenaria provinciale, tenutasi ieri sera a Galatina, (località scelta perché più facilmente raggiungibile da ogni parte della provincia di Lecce per la sua centralità), per concordare l’adesione alla manifestazione/sit-in pacifista, che tutti i comitati ambientalisti di Puglia stanno organizzando per sabato 13 novembre, a Bari, sotto il palazzo della Regione in viale Capruzzi. La cittadinanza pugliese sta esprimendo una vasta sensibilità ambientalista, caratterizzata dallo sviluppo di numerosissimi comitati spontanei, dal Capo di Leuca fino al Fiume Fortore ai confini col Molise, sintomo inequivocabile e spiacevole del fallimento della politica ecologista della Regione, e soprattutto della totale impossibilità di riconoscere ormai valori di vero e disinteressato ecologismo nelle tradizionali “grandi (?!)” associazioni italiane che si dichiarano ancora “ambientaliste”. La situazione va ben aldilà del mero fallimento, o incapacità di sviluppo, di una politica ecologista seria, la realtà invece è ben più grave ed esecrabile, poiché la politica pugliese al governo si sta palesemente servendo della maschera dell’ “Ecologia” per istituzionalizzare e legittimare la vergognosa ed immorale speculazione dei mega-impianti industriali di energia rinnovabile, eolico, fotovoltaico, biomasse, che stanno distruggendo l’ambiente e il paesaggio, iperelettrificando tutto il territorio pugliese senza distinzione alcuna. Una situazione, ormai, insostenibile, paradossale e che offende ogni concetto vero di eco-sostenibilità e la stessa buona filosofia delle energie rinnovabili vere, che devono salvare il Pianeta e aiutare l’economia delle famiglie con i piccoli impianti solari posti sui tetti degli edifici recenti dal nullo impatto, e non assassinare invece, con i grandi impianti industriali, la biodiversità e gli habitat naturali, incluso l’habitat stesso dell’uomo, come sta avvenendo in Puglia, dove migliaia di ettari, che nei millenni hanno sostentato generazioni e generazioni di pugliesi con i loro prodotti silvo-agro-pastorali, oggi vengono letteralmente distrutti e desertificati, stuprati per l’ubicazione degli sterminati “Lager di pannelli di silicio fotovoltaico”, in un paesaggio catastroficamente alterato da torri eoliche alte anche ben oltre i 100 metri, flagello mortale per ogni volatile. La terra, paradiso d’uccelli di ogni specie, crocevia di migrazioni, alla cui ricchezza naturale inneggiava lo stesso Re Federico II di Svevia, nel suo “De arte venandi cum avibus” trattato di falconeria scritto in Puglia, rischia di divenire, oggi, desertica landa perigliosa al volo di ogni creatura del cielo.

Leggi tutto